I migliori vini e le regioni di produzione Veronesi

Migliori Vini di Verona

Sei un amante del vino? Le probabilità sono che avresti potuto sentir parlare di Verona – essere la principale capitale del vino d’Italia. Non molte città del mondo hanno ricevuto lo stesso slancio di Verona in Italia per quanto riguarda le zone vinicole più belle. Verona è una piccola provincia situata nella regione Veneto del Nord-Est Italia. La città è protetta dal Lago di Garda, e si estende dalle rive del fiume Adige, mentre estende la sua bellezza naturale ai piedi delle colline prealpine veneziane. La parte migliore di questa città è che gode della perfetta condizione climatica favorevole per garantire una sana produzione di vino tutto intorno. Per questo motivo Verona si è guadagnata il rispetto di essere una città vinicola leader in Europa con una miriade di vigneti per la degustazione di vini. La posizione geografica unica di Verona ha contribuito in modo significativo a promuovere il commercio e il commercio estero. Inoltre, la provincia di Verona è stata il crocevia del traffico est-ovest e nord-sud dell’Europa. Pertanto, è sempre servita per essere un importante centro di commercio – alimentato da una significativa produzione industriale e agricola nelle zone vicine.

Le migliori regioni vinicole di Verona

L’industria vinicola di successo di Verona ha contribuito alla sua posizione privilegiata all’interno del Veneto in Italia, nota per la produzione della più grande quantità di vini di alta qualità (circa 6 milioni di ecto-litri certificati da DOCG e DOC nel 2018). Se ti capita di visitare l’Italia in qualsiasi momento presto e desideri vini di classe mondiale, alcune delle migliori regioni di tour enogastronomici nella provincia di Verona che devi visitare sono:

Valpolicella

È acclamato come una delle più antiche province produttrici di vino in tutta Italia. La città era la patria di “Raeti”, il popolo pre-romano nella regione. Queste persone vivevano nella zona settentrionale della penisola italiana mentre fermentavano l’uva e coltivavano la vite per produrre vini di alta qualità, diversi secoli prima dell’era cristiana. Secondo alcuni degli storici avanzati, il termine “Valpolicella” è stato derivato dal termine latino “Vallis Poli Cellae”, che indica la “valle di diverse cantine”.

tramonto valolicella

Territorio della Valpolicella

È noto che le uniche regioni vinicole della Valpolicella si estendono attraverso le distese colline del Nord Verona, proprio dal bordo del fiume Adige a Soave e ai suoi terreni vulcanici. Oltre alla sua popolarità di essere una famosa regione produttrice di vino, questa zona storica è nota per essere stata abitata dagli umani per diversi secoli. Pertanto, la regione ha una miriade di luoghi interessanti da offrire anche ai turisti.

La presentazione unica di famosi monumenti naturali, così come quelli artificiali in combinazione con le migliori cantine della regione, la rende una destinazione molto ambita in Italia. Ci sono resti di antichi templi, castelli, chiese parrocchiali del Medioevo, ville in stile barocco, resti rinascimentali e molto altro ancora. L’intera esperienza può essere combinata con le esclusive cucine locali e l’esperienza dell’eccellente degustazione di vini italiani nelle viti locali.

Le prove dimostrano che le persone che vivevano qui durante l’era del V secolo producevano vini da uve appassite.

castello di soave

Vini della Valpolicella

Il vino rosso Amarone della Valpolicella è sicuramente uno dei vini italiani più conosciuti e può essere riposto per oltre vent’anni. Consegnato da uve degli assortimenti Corvina, Corvinone Veronese, Rondinella e Molinara, ma anche gli assortimenti Forselina, Negrara o Oseleta. La sua fragranza è dovuta al modo in cui le sue uve vengono essiccate da 100 a 120 giorni nella presunta “tecnica del vino di paglia”. Durante questo periodo, la maturazione dello zucchero è terminata. L’Amarone ha un’ombra rossa estrema e il suo sapore fruttato e sapido lo rendono un vino corposo che può essere combinato con carne, sviluppare cheddar e selvaggina, ma allo stesso modo può essere fracassato come vino contemplativo.

Recioto è un altro vino passito ottenuto da uve essiccate al sole. Le uve sono uguali a quelle dell’Amarone, ma il Recioto è più dolce. La zona di coltivazione si trova nella Valpolicella (nei comuni di Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano e Sant’Ambrogio di Valpolicella) e nella Valpantena. Le uve da cui viene prodotto il Recioto vengono lasciate appassire nei magazzini da 100 a 120 giorni. Il processo di fermentazione viene quindi interrotto per arrestare l’abbassamento del contenuto di zucchero. Il risultato è un vino dolce. Il Recioto è rosso intenso con un sapore deciso. Ha un sapore vellutato, delicato e caldo, che lo rende un abbinamento ideale per i dessert. Il suo sapore si rivela pienamente se gustato con il cioccolato.

bicchieri di vino

Soave

Soave è stato il principale esportatore di vino bianco in tutto il mondo per diversi anni. Soave è situato in posizione centrale intorno al famoso Castello di Soave in Italia, attorno alla città di Monteforte d’Alfona. La città si trova verso il lato orientale della provincia di Verona.

Il territorio di Soave

Il Soave è servito per essere un posto strategico vitale durante il periodo romano. Nel medioevo, la famiglia che governava Verona aveva costruito bellissimi castelli nella regione per esercitare il suo controllo.

I vini di Soave

I vini qui a Soave sono tipicamente prodotti con Garganega, la variante di uva autoctona della regione. Anche se questo vino potrebbe non avere il carattere aromatico interessante, è ancora famoso per la sua freschezza e mineralità acuta e piacevole ottenuta dai terreni vulcanici della regione.

soave degustazione vino

Bardolino

Si sa che le esclusive regioni vinicole di Bardolino comprendono le maestose colline e pendici del Lago di Garda, verso la parte orientale dell’Italia.

Il territorio di Bardolino

La regione è nota per il suo paesaggio mozzafiato e la temperatura mite durante tutto l’anno. Il luogo ospita anche una serie di castelli, splendidi villaggi, siti archeologici, sentieri escursionistici e molto altro.

I vini di Bardolino

Bardolino è a pochi chilometri dalla famosa tenuta vinicola della Valpolicella. Anche con le stesse specie di uva, la regione è rinomata per la produzione di una gamma completamente diversa di vini esotici. Bardolino è particolarmente importante per la produzione di vino rosso leggero e fruttato. Approfitta del tuo viaggio a Verona in Italia vivendo la sua cultura del vino di livello mondiale. Lasciati sorprendere dall’immensa varietà di vini per un tour di degustazione su misura!
Chiaretto è una variante rosata del famoso vino Bardolino e prodotto con uve simili. Ha un delicato sapore di frutti di bosco e vaniglia. Un nuovo vino che si adatta alla spesa come aperitivo. Può anche essere combinato con piatti mediterranei leggeri, tartine, acqua nuova e pesce di mare, pizza e sushi. Nel 2013, il premio Mondial du Rosé è stato assegnato a Chiaretto.

vista di verona dall'alto

Custoza

Custoza è un villaggio di campagna situato nell’angolo sud-occidentale del suo comune, vicino a Villafranca di Verona. Due battaglie furono combattute a Custoza durante le guerre di indipendenza italiane: la prima nel 1848 e la seconda nel 1866, entrambe contro l’impero austriaco.

vigneti di valpolicella

I vini di Custoza

Un vino bianco fresco, aromatico e altamente bevibile che può essere abbinato a vari piatti. Il Custoza è prodotto dai vitigni Garganega, Trebbianello e Bianca Fernanda e questi aggiungono il tipico colore giallo paglierino. La zona viticola del Custoza comprende solo nove comuni della provincia di Verona: Sommacampagna, Villafranca di Verona, Valeggio sul Mincio, Peschiera del Garda, Lazise, ​​Castelnuovo del Garda, Pastrengo, Bussolengo e Sona. Questo vino può essere gustato con acqua dolce e pesce di mare, piatti fritti, verdure come broccoli di Custoza, tortellini di Valeggio o tortellini di zucca mantovani.

Lugana

Lugana si trova a sud del lago più grande d’Italia, il Lago di Garda, in parte in Veneto e in parte in Lombardia.

I vini di Lugana

Questo vino bianco è prodotto sulle rive meridionali del Lago di Garda. Le uve vengono coltivate nello speciale terreno argilloso prodotto durante l’ultima era glaciale quando la glaciazione formò il Lago di Garda. Lugana è stato il primo vino DOC lombardo e uno dei primi vini ad aver ottenuto lo status in Italia. È corposo e sapido in bocca, con note che si spostano da mela secca e ananas a pera e vaniglia. Il suo finale lungo e brillante permane con risultati deliziosi. Può anche essere accompagnato da primi piatti di pasta e riso, pizza e crema di formaggio.

cantina del vino

Territorio della Valpolicella

È noto che le uniche regioni vinicole della Valpolicella si estendono attraverso le distese colline del Nord Verona, proprio dal bordo del fiume Adige a Soave e ai suoi terreni vulcanici. Oltre alla sua popolarità di essere una famosa regione produttrice di vino, questa zona storica è nota per essere stata abitata dagli umani per diversi secoli. Pertanto, la regione ha una miriade di luoghi interessanti da offrire anche ai turisti.

La presentazione unica di famosi monumenti naturali, così come quelli artificiali in combinazione con le migliori cantine della regione, la rende una destinazione molto ambita in Italia. Ci sono resti di antichi templi, castelli, chiese parrocchiali del Medioevo, ville in stile barocco, resti rinascimentali e molto altro ancora. L’intera esperienza può essere combinata con le esclusive cucine locali e l’esperienza dell’eccellente degustazione di vini italiani nelle viti locali.

Le prove dimostrano che le persone che vivevano qui durante l’era del V secolo producevano vini da uve appassite.

Marzemino

Marzemino, chiamato anche “il vino di Mozart” per essere apparso nello spettacolo “Wear Giovanni”, è uno dei vini italiani più affermati. Andò in Veneto per mezzo dell’Oceano Oscuro (alluso come “Merzifon”) e si diffuse per mezzo della Valle dell’Adige e del Lago di Garda Locale in Trentino sotto lo standard della Repubblica di Venezia. Il vino rosso rubino profondo è ovviamente adatto per piatti a base di funghi, carni bianche e rosse e salumi.

Ti potrebbe anche interessare…

Alla scoperta del vino di Lugana

Alla scoperta del vino di Lugana

Produzione, ambiente, storia, ospitalità e territorio appoggiati sul Lago di Garda, riassunti nel valore esclusivo del...

0 commenti

Ricevi il 10% di sconto sulla prima prenotazione quando ti iscrivi alla newsletter

Ricevi il 10% di sconto sulla prima prenotazione quando ti iscrivi alla newsletter

Grazie per esserti iscritto! Ottieni uno sconto del 10% con il codice sconto "romeoandjuliet"