Dolci tipici di Verona: 6 specialità da provare

In questo articolo abbiamo raccolto un elenco di dolci tipici di Verona assolutamente da provare quando farai visita alla città.

Il meglio della produzione artigianale di dolci nella città di Verona

Verona è la città dell’amore e di Romeo e Giulietta, patrimonio UNESCO e città d’arte attraversata dal fiume Adige e circondata da dai castelli degli Scaligeri. Ma Verona è molto di più: è un capoluogo di provincia dove potrai assaggiare deliziosi sapori, dolci e tanti piatti tipici. Ci sono molte pasticcerie a Verona che producono dolci tipici di produzione artigianale, delicatamente preparati con prodotti freschi e genuini. Prova la morbidezza dei panettoni veronesi, le colombe e la fragranza dei biscotti, la pasticceria secca, i mignon e tantissime torte tipiche preparate sul momento e realizzate per risvegliare le papille gustative dei palati più esigenti. In questo articolo abbiamo raccolto un elenco di dolci tipici di Verona assolutamente da provare quando farai visita alla città.

Torta delle Rose

1. Torta delle Rose

La Torta delle Rose, un dolce morbido, burroso e profumato che ricorda un bouquet di boccioli di rosa, emblema di un borgo veronese, fu creata nel 1490 per celebrare le nozze tra Francesco II Gonzaga e la giovanissima Isabella d’Este. La torta fu molto apprezzata dagli sposi e divenne parte della cucina gonzaghesca e presto di diffuse nelle terre vicine. Valeggio sul Mincio, a cavallo tra Verona e Mantova, include tra le proprie specialità questo delizioso dolce che viene preparato sia nelle pasticcerie che nelle cucine domestiche, soprattutto nelle occasioni speciali e nelle festività.

Pandoro di Verona

2. Pandoro di Verona

Il Pandoro è il dolce tipico della tradizione veronese che viene consumato soprattutto durante le festività natalizie. Un morbido e soffice impasto di lievito naturale arricchito con la preziosa vaniglia Bourbon del Madagascar, burro di cacao, uova e tanto zucchero a velo per renderlo un prodotto davvero speciale. Rigorosamente senza mono e digliceridi degli acidi grassi, questo Pandoro di Davide Dall’omo ha un gusto delicato e raffinato, grazie al delizioso abbinamento del burro di cacao con la vaniglia del Madagascar.

Frittelle

3. Frittelle

Le frittelle sono un golosissimo dolce, prodotto tipico del Carnevale veronese, che si ricorda come uno dei più vecchi d’Italia. Ancora oggi le Fritole di Carnevale mantengono una radicata popolarità continuando ad essere preparate, oltre che in pasticceria, anche nelle case di molte famiglie venete. Le fritole alla veronese si differenziano leggermente dalle cugine veneziane per l’uso della grappa invece del rum e per la presenza delle mele, che ne impreziosiscono il delicato sapore. La semantica della parola dialettale di frittelle “fritole”, sta a signifi care che venivano “frite”, fatte
friggere, originariamente su grasso di maiale, perché l’olio era poco conosciuto.

Il Nadalin di Verona

4. Il Nadalin di Verona

Il Nadalin di Verona è un dolce soffice e molto gustoso, tipico delle festività natalizie. Un prodotto di nicchia e meno commerciale, che molti veronesi preferiscono perché lo ritengono più legato alla città, essendo il primo ormai divenuto un dolce nazionale e da esportazione. Secondo la tradizione fu inventato alla fine del XIII secolo per festeggiare il primo Natale dopo l’investitura dei nobili Della Scala che erano divenuti Signori di Verona e per simboleggiare la grandezza della città. E’ un dolce poco lievitato e non molto alto che condivide con il moderno Pandoro la forma di una stella ad otto punte, seppur meno delineata e precisa. Rispetto al dolce nato a fine ottocento dalle mani di Domenico Melegatti, la preparazione del Nadalin è più semplice e veloce, senza quei laboriosi rimpasti che caratterizzano lievitazione del Pandoro.

Sfogliatine di Villafranca

5. Sfogliatine di Villafranca

Le  Sfoliatine, friabili e delicate, nacquero a Villafranca di Verona da un’idea di Giovanni Fantoni e conquistarono subito l’attenzione delle famiglie locali e degli abitanti dei paesi vicini, al punto da diventare la squisitezza prediletta per ricorrenze, battesimi e matrimoni. Vengono preparate con farina, uova, burro, zucchero e un pizzico di sale, prevedono una lavorazione semplice e laboriosa al tempo stesso. L’impasto si ottiene con farina, uova e zucchero, a cui si può aggiungere un po’ di acqua. Da Verona le famiglie abbienti le ordinavano per festeggiare le ricorrenze, i matrimoni e i battesimi. Le sfogliatine di Villafranca sono entrate anche nella letteratura, citate da molti poeti, tra cui Berto Barbarani che nel 1898 compose “Sfogliatine al burro”, Gabriele D’Annunzio e Renato Simoni, critico teatrale.

Torta Russa di Verona

6. Torta russa di Verona

La torta russa di Verona è un dolce tipico della pasticceria tradizionale veronese. La torta di Verona è un dolce composto da un croccante guscio di pasta sfoglia e da un soffice ripieno alle mandorle e amaretti. Le origini di questa torta non sono molto precise. Una tesi sostiene che il nome derivi dalla forma della torta che ricorda un colbacco, copricapo tipico delle popolazioni russe. Secondo altri, sembra che questo dolce sia stato realizzato da un pasticcere innamorato di una donna russa dai meravigliosi occhi azzurri: questo spiegherebbe l’origine del nome di questa torta.

Altri dolci…

A Verona si producono altri dolci come i risini veronesi e i sanvigilini. I risini sono delle deliziose paste ripiene di riso dal gusto irresistibile e sono formati da un croccante guscio di pasta frolla e un gustosissimo ripieno di riso profumato alla vaniglia.
I sanvigilini, invece, sono biscotti tipici del lago di Garda preparati con farina, burro, uova, zucchero, uva sultanina e lievito. Secondo la tradizione questi biscotti sono stati creati per la prima volta a San Vigilio (da cui il nome) e che fossero stati fatti impastare da Winston Churchill imitando i tipici pasticcini inglesi da tè.

Ti potrebbe interessare anche…

Il vino Custoza: tra storia e tradizione

Il vino Custoza: tra storia e tradizione

Le caratteristiche essenziali del vino Custoza sono costituite dalla freschezza, dalla leggera aromaticitá, dalla considerevole bevibilitá e abbinabilitá.

Mercati sul Lago di Garda: quando e dove

Mercati sul Lago di Garda: quando e dove

I mercati settimanali del lago di Garda propongono un po’ di tutto: dal formaggio di capra al pesce di lago, dalle ciabatte in lana alle giacche sportive per le escursioni.

Tour e attività

Bici e trekking

Tour enogastronomici

Passeggiate a cavallo

Tour in città
A caccia di tartufi
Tour in Vespa
Lezione di cucina
Picnic e glamping
Verona In Tour

Lanai srl Tour Operator n.15 / 2000 albo regionale delle agenzie di viaggio e turismo con licenza 27/04/2000 rilasciata dalla regione Veneto – Polizza Assicurativa R.C. Polizza Unipol Sai n. 172062317 – Fondo di garanzia Nobis Assicurazioni n. 6006000532 / M – P.IVA IT02117470233

© 2022 Verona In Tour